Quanto costa un sito internet?

Costo

La prima domanda che ricevo nel momento in cui avviene il primo contatto per la realizzazione di un sito web è … Quanto costa fare un sito internet?

La mia risposta è …. Dipende!

Quanto costa un’auto? Dipende …. Una citycar ha un costo, una berlina uno maggiore, una sportiva un altro ancora, una extra lusso ancora di più; il prezzo cambia e non di poco anche tra auto della stessa serie, eppure … Tutte hanno quattro ruote, due o quattro porte, un volante etc.
Allora come mai una costa seimila euro ed un’altra può arrivare ad un milione? Penso che sappiate già la risposta.

Come nel caso delle auto, anche il costo di un sito internet può variare molto.
Per dare un valore ad un sito internet bisogna valutare il progetto da eseguire in base all’esigenza che si ha di fronte.
Non bisogna strafare, ma nemmeno avere il braccino corto, bisogna sviluppare il giusto progetto dopo un’attenta valutazione, considerando che ci possono essere le varianti in corso d’opera, come si dice in campo edile.

Allo stesso modo, fare un sito web e poi lasciarlo a se stesso, equivale a far buttare i soldi al cliente; perché nella stragrande maggioranza dei casi quel sito rimarrà aggiornato alla versione in cui è stato messo in rete, stessa cosa per le estensioni utilizzate, per i contenuti etc.

In pratica, dopo qualche mese sarà il classico sito vagante nel web, spesso posizionato alla centesima pagina di Google, magari anche segnalato come compromesso, privo di ogni rispetto di nuove normative andate in vigore negli anni successivi alla sua pubblicazione, e ciliegina sulla torta ... con qualche applicazione che lo rendeva figo al momento della creazione, ma che oggi lo penalizza sui motori di ricerca o non lo rende visibile dalle nuove tecnologie.
In pratica sarà uno di quei siti per il quale il proprietario si limita a pagare il costo del servizio hosting, giusto perché una volta all’anno gli viene ricordato di farlo, sempre se nel frattempo quella email non sia finita nello spam e causi la cancellazione del dominio con la perdita del sito e di tutti i suoi contenuti.

Un sito va "curato e nutrito" nel tempo, tenuto aggiornato nell’anno in cui si trova; diversamente, se non farà la fine su detta, farà solo spendere soldi al proprietario, per cercare di ottenere visibilità mediante l’uso di altri sistemi che hanno il compito di veicolare traffico verso lo stesso, perché lui da solo non produce visite.

Investire in pubblicità per promuovere il proprio sito è qualcosa di corretto e produttivo, ma allo stesso tempo veicolare traffico su un sito scadente, non aggiornato e peggio ancora non visibile, equivale a buttare i propri soldi!

Il costo del sito dipende da ciò che serve veramente al cliente, non esiste un costo fisso!

Se vuoi sapere quanto può costare il tuo ... Contattami